NOTIZIE
07.18.2018

MENT Festival: istruzioni per l’uso

Cos’è il MENT?

Il MENT è uno showcase festival nato quattro anni fa a Lubiana intorno al centro culturale Kino Šiška (dove infatti si tiene buona parte del festival). Nonostante la Slovenia non sia particolarmente nota per la sua scena musicale, il festival è talmente ben organizzato da attirare i migliori professionisti da tutta Europa, principalmente dai paesi dell’est e del nord del continente (nel 2017 ha vinto nelle categorie “Best Indoor Festival” e “Best Small Festival” agli European Festival Awards).
La sua dimensione ridotta (si esibiscono 70 artisti, e partecipano circa 550 delegati da 37 paesi, a cui si aggiungono circa 4000 spettatori locali) lo rende il festival perfetto da cui partire, sia come artisti che come professionisti: dal punto di vista degli artisti, il numero limitato di concerti fa sì che ci sia meno dispersione e meno competizione, e quindi più pubblico attento ad ogni concerto. Dal punto di vista dei professionisti invece è estremamente semplice farsi buoni contatti, anche e soprattutto con professionisti “ambìti” che vengono invitati al festival (es. booker di agenzie famose, giornalisti di radio come BBC, KEXP etc) che, lontano dall’hype, dai party esclusivi e dal solito giro di amicizie, saranno finalmente disponibili per chiacchierare con chiunque li avvicini.

 

Com’è strutturato il festival?

Il festival si svolge di solito tra fine gennaio e inizio febbraio e, come molti altri, si divide tra conferenze e meeting di giorno e concerti di notte. Le conferenze e i meeting si svolgono dentro al centro culturale Kino Šiška, che dista circa 10 minuti di auto dal centro della città e che sorge proprio affianco ad un hotel dove alloggia la maggior parte dei partecipanti, e nelle cui sale conferenze si tengono altri panel.
La notte invece i concerti sono organizzati in centro città, principalmente al Metelkova: si tratta di un centro di cultura alternativa sviluppatosi dallo squat di un’ex caserma, un “mini villaggio” attorno al quale si raccolgono circa 5 o 6 locali con una capienza medio-piccola (dalle 100 alle 600 persone). Gli altri concerti più grandi sono organizzati invece nei dintorni della Metelkova, come nelle venue del Museo Etnografico e dell’ex Centrale Elettrica.
Esiste un bus gratuito che trasporta i delegati dal centro città al Kino Šiška e viceversa.

 

Perché dovrei partecipare al MENT?

I motivi per partecipare a MENT possono essere i più disparati, l’importante però è averli. Come per ogni altro showcase festival, è quasi inutile partecipare con il solo scopo di suonare all’estero, visto che non si tratta di normali festival ma di eventi con un chiaro obiettivo “commerciale” (sia pur legato magari alla sola promozione).
È importante quindi avere una finalità legata alla propria partecipazione: può trattarsi di trovare un’agenzia per organizzare un tour in Europa, o ottenere dello spazio sulla stampa musicale internazionale, o ancora trovare un’etichetta. I motivi per partecipare devono trasformarsi in obiettivi concreti da perseguire i mesi precedenti, i giorni durante e le settimane seguenti al MENT.
La cosa buona del festival sloveno è che la sua piccola dimensione lo rende ideale per gli artisti alle prime esperienze all’estero e alle prime armi con gli showcase festival: insomma è un ottimo banco di prova.
Il festival è particolarmente indicato per gli artisti che suonano rock e pop (sia pure con tutte le dovute contaminazioni, da quelle elettroniche a quelle world), e per chi è interessato a sviluppare la propria carriera in paesi dell’Europa centro-orientale come Repubblica Ceca, Germania, Austria, Slovenia, Croazia, Macedonia, Ungheria. L’evento è comunque frequentatissimo anche da professionisti provenienti dal resto d’Europa e del mondo, dai giornalisti ai booker dei maggiori festival.

 

Come e in che momento fare domanda per suonare al MENT?

La call per partecipare è pubblica e aperta a tutti. Prima di inviare la propria candidatura sul sito del MENT bisogna fare qualche considerazione e chiedersi se è davvero il caso di partecipare.
È il momento giusto per suonare al MENT se:

  • ho un obiettivo preciso (es: trovare un booking, un’etichetta, trovare date nei festival estivi, avere un po’ di recensioni sulla stampa straniera etc)
  • ho un manager o altra figura professionale che mi accompagna e che si può occupare di fare networking/business per raggiungere quell’obiettivo
  • ho un nuovo disco o nuovo materiale da promuovere (video, singolo, ep)
  • ho già un minimo di seguito sui miei social (sui quali comunico anche in inglese)
  • ho già fatto un sufficiente numero di concerti

I punti sopra elencati non sono tutti indispensabili e necessari, ma averne più di uno non fa che giovare nel processo di selezione.

Il MENT è inoltre parte del progetto europeo INES, grazie al quale gli artisti possono essere scelti (da parte del festival aderente al progetto del proprio paese, nel nostro caso da Linecheck), a suonare in TUTTI gli showcase festival europei della rete INES.

Per partecipare basta compilare il form sul sito del festival entro il 3 agosto.

Sequoya Tiger al MENT 2018

 

Tempistiche

Il festival di solito apre il modulo per le application sul proprio sito a giugno e lo chiude ad agosto: si ha quindi tutta l’estate per partecipare. Nei mesi successivi il MENT comunica l’esito positivo agli artisti selezionati, pubblicandoli sul sito e annunciandoli man mano sui propri social.
Il festival si svolge in tre giorni, di solito tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio.

 

Cosa fare prima, durante e dopo il MENT

Una volta ricevuta la conferma ufficiale da parte degli organizzatori del festival, inizia il lavoro pre-evento. Gli operatori partecipanti e gli artisti selezionati possono iscriversi al database del sito, dove avranno accesso ai contatti di tutti i professionisti che saranno al festival.
Cosa fare con questi contatti?
Come prima cosa, è necessario individuare quelli utili al raggiungimento del proprio obiettivo, qualunque esso sia, e cercare di organizzare il maggior numero di appuntamenti durante i giorni del festival.
Esempio: voglio trovare un’etichetta straniera che pubblichi e distribuisca il mio disco all’estero? Cercherò di contattare il maggior numero di label manager presenti nel database del sito chiedendo un incontro.
Voglio valutare di ingaggiare un ufficio stampa per la promozione del mio nuovo disco in Europa dell’est? Scriverò agli uffici stampa dei paesi dell’est presenti a Eurosonic per conoscerli e scambiarci due chiacchiere. Voglio invitare qualche giornalista al concerto del mio artista? Perché non scambiarci due parole di persona e dargli qualche materiale da ascoltare per invogliarlo a partecipare e chissà a recensire il live?
Per ottenere risultati, le mattine e i pomeriggi al MENT devono essere piene di appuntamenti e nel caso in cui si abbiano due ore libere, il modo giusto per riempirle è conoscere nuove persone: con una mano ci si scambiano biglietti da visita, con l’altra si beve birra o si mangia un burek, la torta rustica che è il re del cibo di strada in Slovenia 🙂
Una volta rientrati in Italia e disfatta la valigia, bisogna tirare le somme: passare a setaccio tutti i biglietti da visita raccolti e impegnarsi nel cosiddetto ‘follow up’ con le persone che si sono incontrate e con le quali si vuole collaborare e approfondire i discorsi iniziati a Lubiana.

 

Foto di gruppo davanti al Kino Šiška (eh sì, è probabile che a fine gennaio nevichi…)

Costi

Per gli artisti selezionati, il MENT copre i costi di alloggio e cena per la sera dell’esibizione (oltre a mettere a disposizione backline, luci e tecnico del suono nella venue), il biglietto per l’intero evento e in più offre un cachet simbolico di 250€.

Inoltre, essendo uno degli showcase festival più utili in Europa, il MENT rientra tra gli eventi di interesse strategico di Italia Music Export – SIAE, per il quale si può richiedere il rimborso spese chiamato ‘Supporto Showcase’: ogni musicista selezionato dagli organizzatori del festival riceverà un rimborso spese di 250€ per coprire parte delle spese di viaggio. Possono beneficiare del contributo tutti gli artisti italiani confermati nella lineup del MENT festival e che si esibiscano con un repertorio di brani depositati in SIAE.

Anche i professionisti possono chiedere un rimborso spese a Italia Music Export, tramite la Call Operatori.
Inoltre, il MENT fa parte del progetto europeo INES, grazie al quale i professionisti possono ricevere un rimborso delle spese di viaggio e alloggio per partecipare al festival, oltre ovviamente al biglietto d’accesso per l’evento.
Nel caso non si riesca ad usufruire di questi rimborsi spese, è utile sapere che in ogni caso il MENT ha dei costi molto ridotti: i biglietti vanno dai 59€ (early bird acquistabili fino a novembre) agli 89€ (prezzo alla porta).