NOTIZIE
01.08.2018

Perché l’EBB Chart Top 100 è importante per gli artisti italiani e come cambierà

Vi siete mai chiesti in che modo si misura il successo di un artista europeo? Negli Stati Uniti c’è Billboard, mentre nel Vecchio Continente l’unico strumento che abbiamo a disposizione sono le European Border Breaker Charts, ovvero le classifiche delle canzoni europee che hanno il maggior numero di passaggi radiofonici all’interno dei paesi dell’Unione.

Queste classifiche sono promosse da Eurosonic Noorderslag (grazie ai fondi di Europa Creativa, in collaborazione con l’European Broadcasting Union) in base ai dati airplay calcolati da Radiomonitor che prende in considerazione le 49 stazioni radio pubbliche europee aderenti al progetto (l’Italia è rappresentata da Rai Radio 2). Dal 2018, per la prima volta, le rilevazioni terranno conto anche degli streaming.

Oltre alla classifica settimanale Top 100, che combina i due dati, vengono registrate le singole classifiche Airplay (Top 100) e Streaming (Top 40); quella che monitora le new entry della settimana (New Entries in the EBBC), le Tips by Country, cioè le dieci canzoni che stanno avendo i risultati di crescita più importanti, infine le mensili Etep Chart by Artists e Etep Chart by Country che prendono in considerazione i primi dieci artisti facenti parte dell’Etep (European Talent Exchange Programme) che hanno chiuso il maggior numero di slot ai festival aderenti al programma e quelli che hanno avuto più slot in festival al di fuori del proprio paese.

A fine anno, combinando i dati ottenuti dalle EBB Charts, il numero di live chiusi al di fuori del proprio paese di origine e i dati di vendita, vengono premiati agli EBBA (European Border Breaker Awards) i 10 migliori artisti emergenti Europei che con il loro album di debutto sono riusciti ad avere successo oltre le proprie frontiere. La consegna dei premi avviene durante i giorni dell’Eurosonic festival a Groningen.

Come se la cava l’Italia in queste classifiche? Al momento, gli unici italiani che ne entrano a far parte sono i Måneskin, che si piazzano, per questa settimana, alla posizione 86 della Top 100, con ascolti radiofonici e streaming oltre che in Italia, in Svizzera.
Per quanto riguarda gli EBBA, invece, l’ultimo premio vinto dall’Italia risale al 2010, da Giusy Ferreri e il suo album ‘Gaetana’.

Per consultare le classifiche aggiornate clicca qui.